italiano  | francais  | english

Terapia Chelante

Muoiono più uomini per malattie cardiache e circolatori che per ogni altra ragione. Queste malattie comprendono l`infarto cardiaco, i colpi apoplettici e le emorragie cerebrali.
I pazienti che fortunatamente sopravvivono ad un simile attacco, sono molto spesso colpiti da invalidità permantene o della contrazione di un vaso sanguigno che non irriga più gli organi vitali del corpo.
 
Se il grumo di sangue si trova nel cervello o nei vasi giugulari, il risultato del colpo apoplettico è l`apparizione della pralisi. Se esso si fissa nelle coronarie ed il paziente sopravvive, abbiamo il III'    paziente cardiaco cronico. Se il coagulo ottura una dell vene principali nelle gambe, sono evidenti i sintomi della flebotrobosi.

Qual`é dunque la causa principale di un' emorragia cerebrale, di un blocco delle coronarie, dei vasi sanguigni cerebrali o delle giugulari, di una flebite o di un „claudicatio intermittens" o addirittura di una cancrena alle estremità? La risposta è l' arteriosclerosi, un indurimento delle arterie, o l'aterosclerosi, un deposito di placche di calcio sulla parete piü interna del vaso sanguigno. Recentemente è stato dimostrato che perfino i bambini possono soffrire di arteriosclerosi. L'aumento di disturbi circolatori è da imputarsi principalmente allo sforzo cui siamo sottoposti nella societä moderna, ad una alimentazione scorretta, soprattutto in relazione agli aminoacidi piu importanti• Oltre a cui si hanno gravi intossicazioni da metalli, da mercurio, arsenico, da piombo a causa di gas di scarico di mezze di trasporto e delle Industrie che inquinano l'aria che respiriamo. inoltre anche l'aumento dell'inqui-namento dell'acqua, dei pesticidi, del fumo di tabacco è un fattore determinante.
I eibi molto elaborati e pertanto devitalizzati, gli additivi ed i conservanti, alimenti ad alto contenuto di acidi grassi suturi, come il latte, la panna, Polio di mais ed il grasso da cucina, aumentano la predisposizione ai disturbi cardiaci e circolatori.

Il calcio in composizione con il piombo, mercurio, arsenico ed altri metalli pesanti si accumula nel corpo, si deposita nei vasi sanguigni e conduce all' arteriosclerosi, all'aterosclerosi.

Depositi nei reni portano ai calcoli renali: la sclerosi multipa si forma con depositi di calcio nel midolllo spinale. Deposidi di calcio sulla retina degli occhi conducono alla cecitä, nell'orecchio interno alla perdita dell'udito.

Grazie alle scoperte che diversi scienziati hanno fatto, indipendentemente tra di loro, le cause principali di distrubi circolatori possono essre trattate oggi con successo nella maggior parte di casi. Il metodo di cura conosciuto oggi è la „CHELATOTERAPIA". Secondo questa, attraverso un`infusione viene immessa nel sangue una sostanza chiamata: EDTA.

Questa sostanza chimica ottenuta per sintesi è nella sua struttura simile agli aminoacidi costituenti l`albumina, ha la capacitä di stringere alcuni metalli come una tenaglia, e in questo modo di costituire un cosidetto „CHELATO" il cui nome deriva dal termine greco „CHELE" che definisce la chele del gambero. Un „metallo-chelato" cosi formatosi è un composto stabile facilmente solubile in
acqua. Questo può dunque essere immesso nel flusso sanguigno, filtrato dai reni ed eliminato nelle urine.