italiano  | francais  | english

Ozonterapia

La terapia con ozono si è diffusa sempre di più negli ultimi anni. Questo dipende, in primo luogo, dal miglioramento delle apparecchiature, le quali rendono innocuo il trattamento per il paziente, ed in secondo luogo dal fatto che é stato accertato che tante malattie dopo un trattamento con ozono sono migliorate e perfino guarite.

L`ozono è un gas che odora molto ed è prelevato dall`ossigeno medicinale puro. Al contrario dell`ossigeno presente nell`atmosfera (molecole di 2 atomi di ossigeno), l`ozono è composto da tre atomi di ossigeno, reagisce molto velocemente e si trasforma in tempo relativamente breve in ossigeno normale.

L´azione dell`ozono sull`organismo umano è di multipla natura e quindi applicabile in diverse forme. Infatti oltre che per l`iniezione diretta nelle arterie e nella muscolatura, viene usato per il piccolo o per il grande lavaggio del sangue; per l´ossigenazione di determinate parti del corpo o per l´ossigenazione di determinate parti vuote o cavità del corpo (insuflation), a questo scopo non si usa mai l`ozono puro ma sempre una miscela di ozono e ossigeno.

Quando l`ozono arriva nel sangue (con iniezione o lavaggio del sangue), avviene all`interno del corpo umano una serie di improvvise reazioni, infatti l`ozono é in grado di aprire certi giunti (congiunzioni) nella parete del globulo rosso grazie alla sua forte e voloce capacità di reazione . Il globulo rosso avrà così più fluidità, caratteristica che favorisce in modo rilevante coloro che sono affetti da disturbi coronacircolatori. I suddetti disturbi hanno la loro origine normalmente nelle vene parzialmente o totalmente otturate. Lo scorrimento del sangue in questi casi è molto rallentato o completamente fermo. Il risultato è una cattiva ossigenazione dei tessuti e questo può condurre alla manifestazione di diverse malattie ( dolori quando si cammina, gamba da fumatore, ulcere, ecc.). Sel al contrario il globulo rosso è sottoposto a ozonoterapia esso avrà più agilità nei movimenti, si adeguerà a alle vene ristrette e potrà raggiungere parti del coro alle quali prima non gli era possibile accedere, fornendo così ossigeno alle zone danneggiate e dando modo al processo di guarigione di iniziare.

Il globulo rosso che è stato a contatto con l´ozono ha una maggiore ricettività di ossigeno, cosa che permette una migliore circolazione, un maggiore apporto di ossigeno ai tessuti. Oltre a ciò si osserva la diluizione di massicci depositi di globuli rossi che si formano nelle arterie già strette e che ostacolano il già rallentato flusso del sangue. I globuli intatti, urtando tra di loro, si attaccano e formano dei depositi che ostruiscono i vasi sanguigni impedendo l`apporto di ossigeno e quindi dannegiando i tessuti. Tra il contatto dell`ozono con il globulo rosso, si formano due poli contrastanti che sciolgono i detti depositi.

L`iniezione nell`arteria

L`iniezione di ozono nelle arterie va praticata soprattutto in caso di disfunzioni circolatorie delle gambe. Queste disfunzioni possono essere provocate dal troppo fumo, oppure da diabete (gamba da fumatore) e si manifestano nella maggior parte dei casi con dolori provati mentre si deambula. Ad uno stadio avanzato della malattia si nota in molti casi che porta spesso all`amputazione. Talvolta anche fino al femore. Su queste situazioni l`ozonoterapia è quasi semjpre l`ultima possibilitá di cura che talvolta porta a risultati positivi.

Il grande lavaggio del sangue

Per praticare questo lavaggio viene fatto un prelievo di sangue da 50 a 100 cc (talvolta anche fino a 200 cc) da una vena del braccio che viene miscelato con ozono ed eventualmente con altri medicinali e, così arricchito, reiniettato nella vena. Questo metodo viene applicato in diversi campi, per es. in caso di malattie croniche del fegato, d` insufficienza cardiaca, come post-trattamento a seguito di infarti, per malattie renali, per tutti i tipi di insufficienze circolatorie, contro malattie metaboliche e in molte altre situazioni.

Il piccolo lavaggio del sangue

In questo caso si preleva una quantità inferiore di sangue dalla vena che viene poi miscelata con ozono ed iniettata per via intramuscolare nei glutei. Questa applicazione è usata maggiormente per riattivare il sistema immunitario.

Iniezione di ozono nelle muscolature

L`iniezione intramuscolare nei glutei viene solitamente praticata dopo interventi operatori a causa di cancro, o in caso di dolori permanenti o in concomitanza di altre terapie.

L`insufflazione nell`intestino

Con l`immissione diretta di ozono nell`intestino crasso si ottengono ottimi risultati per quanto riguarda le malattie di questa parte del corpo, in particolare se si hanno infiammazioni della mucosa intestinale o ulcere.

Gassificazione di ampie zone di pelle

La superficie della pelle da trattare va circondata con un sacchetto ermetico (dal quale viene aspirata tutta l`aria contenuta), che deve poi essere riempito con una miscela ozono - ossigeno. Con questo trattamento si conseguono ottimi risultati su infezioni cutanee, funghi della pelle, ferite che non rimarginano, ulcere ed eczemi.

Oltre ai suddetti trattamenti si praticano anche iniezioni subcutanee ed endove-nose, oppure somministrazioni di acqua ozonizzata oppure di olio d`oliva arricchito di ozono. I vari trattamenti con ozono vengono, nella maggiorparte dei casi, ripetuti più volte. Il vostro terapeuta stabilirà, dopo un`accurata diagnosi , l`adeguata cura con l`ozono e le eventuali susseguenti terapie. Egli è in grado di offrirVi una forma di terapia qualitativamente molto buona e con praticamente nessun effetto collaterale.