• // terapia
  • // Bicchieri-Coppettazione

Schröpfen – Coppettazione

La coppettazione cioè “Schröpfen” è un vecchio metodo di guarigione che a causa di applicazioni errate o del fatto che non sia così conosciuto ha perso di credibilità nonostante, se applicato in modo corretto, dia possibilità terapeutiche così vaste che poche altre permettono.

In verità quanto è vecchio il trattamento “Schröpfen”?

Le prime indicazioni concernenti l’applicazione di questo metodo di guarigione si scoprono su un suggello medico della Mesopotamia di ca. 3300 anni prima di Cristo, quindi si può partire dal presupposto che questa terapia abbia ca. 5000 anni.

L´efficacia:

Paracelso disse:“Dove la natura provoca dolore ha raggruppato scorie tossiche e le vuole espellere”. La coppettazione avviene sulla schiena, trattando direttamente la parte dolorosa o quella muscolare oppure la parte soggetta ad ischialgia o soggetta a consumo vertebrale.

Sulla schiena si trovano le parti riflesse che rispecchiano gli organi come il sistema nervoso, i polmoni, i reni, lo stomaco, le surrenali, la spina dorsale, e cosí via…

La tecnica:

la coppettazione, che dura ca. venti minuti, avviene simmetricamente sulla schiena dopo aver spalmato un unguento che agevola la circolazione sanguigna e che garantisce una presa migliore delle coppette. Nelle coppette deve crearsi un sottovuoto che avviene immettendo in queste stesse un tampone di cotone che è stato in precedenza imbevuto di alcol e quindi acceso. Grazie alla fiammella immessa per un momento nella coppetta si crea il sottovuoto di questa che subito dopo viene apportata sul derma della schiena. Il sottovuoto creatosi nella coppetta attira la linfa e tramite i reni la trasporta all´esterno. Ora la linfa priva di scorie puó ricircolare; le zone riflesse degli organi risultano disintossicate.

La coppettazione provoca delle “macchie blu” che l´organismo “ripara” tramite il notevole aumento, agevolante, della circolazione sanguigna e linfatica.

Ora si puó procedere ad una “messa a punto” (ristabilizzazione) della spina dorsale che dopo la coppettazione avviene piú facilmente.

Infine si procede al trattamento di Baunscheidt che garantisce un espulsione supplementare delle tossine.